Storia

Home il ClubStoria

Il Club, nato nel 2002, ha realizzato negli anni una serie di interventi e di progetti per dare un contributo reale e duraturo alla città di Livorno. Sono stati realizzati numerosi services in campo sociale, di sostegno ai giovani, nel settore della cultura senza mai dimenticare la prospettiva internazionale.

Nell’anno rotariano 2016-2017 in continuità con gli indirizzi che caratterizzano il Club,oltre alla consueta attenzione ai giovani, al sociale, alla cultura e alla salute, abbiamo destinato il service centrale ad una problematica scottante come l’ integrazione.

– il Progetto DI.CI, Diventare Cittadini realizzato in collaborazione con la comunità di Sant’Egidio e che è stato oggetto di District Grant ha avuto come obiettivo sostenere il processo di integrazione e l’acquisizione progressiva di una cittadinanza attiva per 106 ragazzi di età compresa tra 15-25 anni, provenienti da paesi europei ed extraeuropei, immigrati a Livorno, attraverso l’apprendimento della lingua e della cultura italiana e dell’educazione civica, favorendo l’integrazione di soggetti che si trovano ad affrontare gli aspetti multiformi della crescita adolescenziale in un nuovo contesto, non sempre facile o corrispondente alle aspettative. Sono stati organizzati 5 corsi di lingua italiana settimanali, 2 corsi di sostegno scolastico, attività culturali e di volontariato per trasmettere gli elementi essenziali della cultura italiana ed europea.

– E’stato donato al Parco del Mulino con il ricavato del Mercatino di Natale delle Signore del Club, un “Playground”, ossia un parco giochi con architetture per giocare all’aperto nello spazio verde che la Cooperativa Sociale Parco del Mulino, emanazione dell’Associazione Italiana Persone Down (AIPD), utilizza per promuovere eventi contribuendo a rendere stabile e duraturo il lavoro dei ragazzi diversamente abili della cooperativa.
-Per la mission Salute è stato organizzato un convegno dal titolo “Il Futuro delle Cure Palliative e il Ruolo del Terzo Settore: L’esperienza di Livorno” per favorire il dialogo con le autorità competenti e informare la cittadinanza; ed è stato donato un defibrillatore al Liceo Classico Niccolini-Palli.

– Inoltre con il ricavato di due gare di Golf è stato realizzato un service di 1.200 euro un favore della PolioPlus.

– E’ stata erogata anche quest’anno la Borsa di Studio di 2.500 euro per la Facoltà di Logistica e la Borsa di Studio di 1000 euro all’Istituto Musicale Mascagni.

– E’ stato realizzato un service distrettuale promosso dal RC Firenze Nord dal titolo “Curriculum App” per aiutare gli studenti delle scuole superiori a redigere un curriculum professionale per l’immissione nel mondo del lavoro.

– Il Club ha inoltre collaborato a finanziare il Progetto Distrettuale Fenice per il Terremoto del Centro Italia 2016.

– Per il settore Cultura è stata organizzata una conferenza di Massimo Cacciari aperta alla Cittadinanza e conviviali con relatori illustri quali Marco Santagata, Marina Pratici, Emanuele Rossi, Federico Gelli.

– Le attività di fundraising hanno coinvolto in maniera trasversale i soci e le loro famiglie consolidando l’amicizia: oltre al Mercatino di Natale sono stati realizzati una Sfilata di Moda con Lotteria, un burraco, il mercatino dei libri e un Concerto di musica pop-rock…, oltre a conviviali offerte dai soci.

– Durante il Congresso Distrettuale svoltosi a Giugno ad Arezzo il Governatore Alessandro Vignani ha lodato il Mascagni che è risultato il secondo Club per l’entità dei versamenti alla Rotary Foundation.

Nell’ anno rotariano 2015 -2016 è stata rivolta una particolare attenzione alle molteplici sfaccettature della nostra bella Livorno, in concordanza con il motto del Club “Il Rotary e la città”. Conoscere meglio la città per potervi intervenire con efficacia è stato l’obiettivo, proposto dal Presidente e condiviso dall’intero Consiglio Direttivo. Luoghi e personaggi livornesi hanno fatto da sfondo alle molteplici iniziative.

– Il service centrale nell’anno rotariano è stato dedicato all’acquisto di cinque defibrillatori che sono stati donati, integrando così la rete presente in città e sono collocati in strutture ad elevata frequentazione ed importanti nella vita cittadina. La loro installazione è avvenuta al Museo di Storia Naturale di via Roma, alla Stazione Marittima, alla Caritas cittadina, al Parco del Mulino ed al Mercato Centrale, che ne erano sprovviste. Il service ha avuto il sostegno del District Grant della Rotary Foundation. Grazie alla collaborazione con l’Associazione Livornese Amici del Cuore sono stati realizzati corsi di addestramento alla rianimazione cardiaca per l’impiego corretto delle macchine.

– Un concerto lirico, dal titolo “Fin c’han dal vino”, realizzato nella splendida struttura del Mercato Centrale, luogo vitale nella quotidianità cittadina che ha aperto le porte anche di sera per ospitare una raffinata selezione di brani operistici è stato particolarmente apprezzato, anche per aver messo in luce le potenzialità di un ambiente unico e pieno di fascino. I fondi raccolti hanno contribuito ai service rotariani.

– Un concerto per l’Epifania, che ha fatto conoscere l’arpa come strumento completo, è stato motivo per una raccolta di fondi che ha permesso ad alcuni bambini, appartenenti a famiglie in difficoltà economiche, di frequentare un corso per l’approccio alla musica.

– È stato assegnato il premio allo studente più brillante del corso di laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici, che ha sede nella nostra città. Un premio ormai di tradizione che vuole sottolineare la vicinanza del Club ai giovani ed il sostegno e l’incentivo all’impegno ed all’applicazione negli studi.

– Il Club è stato protagonista di una serie di incontri su temi di attualità che hanno visto arrivare in città esponenti della cultura quali il filosofo Massimo Cacciari, lo psicologo Massimo Recalcati, il giornalista e direttore Roberto Zoldan.

– Il più alto riconoscimento rotariano, il Paul Harris Fellow, è stato riconosciuto agli scienziati che hanno misurato le onde gravitazionali, Adalberto Giazotto e Federico Ferrini ed all’Ammiraglio Enrico Credendino, comandante la missione europea al contrasto del traffico di esseri umani.

– Particolare attenzione è stata rivolta al Parco del Mulino, un’eccellenza cittadina che si occupa della collocazione al lavoro di ragazzi con sindrome di Down. Sono stati raccolti fondi per il completamento delle vetrate del Cà Moro, il ristorante peschereccio gestito dalla cooperativa, ed è stata realizzata una gara di cucina oltre alla tradizionale lotteria per sostenere le attività dell’associazione.

– Il sostegno alle giovani generazioni si è concretizzato nella sostegno ad alcuni studenti del Liceo Classico alla partecipazione ad una gara di greco antico e alla partecipazione ad un concorso letterario sul problema del bullismo al quale uno studente sostenuto dal Club è risultato vincitore in una categoria.

– Particolare attenzione è stata posta alla comunicazione con l’ammodernamento del sito, la creazione e l’aggiornamento della pagina facebook ed attraverso le pagine del bollettino mensile. L’introduzione del programma per la gestione del Club ha reso più semplice ed efficace la comunicazione interna.

E’ stata un’annata contraddistinta da numerosi services di cui ricordiamo i principali:

– Raccolta (in diversi appuntamenti rotariani) di fondi per destinati all’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo, in memoria del nostro socio scomparso Gino Scardigli.

– Assegnazione al Distretto, in occasione della Giornata Mondiale della Polio (celebrata il 24 ottobre di ogni anno) di oltre euro 1.100, durante la visita alla Piccola Gerusalemme di San Vivaldo, gioiello dell’arte sacra del XVI sec.

– Anche in occasione della cena degli auguri ospitata a Cevoli da nostri soci si è contribuito al finanziamento di un progetto in Namibia per la ristrutturazione e l’ampliamento di un asilo nella città di Rundu.

– E’ stata confermata la tradizionale consegna di due borse di studio di euro, ai migliori laureati o segnalati al Corso di Economia e Legislazione dei Sistemi Logistica a Villa Letizia ed ai migliori allievi dell’Istituto Musicale Mascagni di Livorno, con un contributo anche all’Associazione “Amici del Mascagni”.

– Come da tradizione sono stati raccolti e devoluti fondi all’Associazione “Parco del Mulino” , in occasione di una cena preparata da nostre socie, con successiva lotteria.

– E’ stato assegnato nell’aprile 2015 un “Paul Harris Fellow” all’ultimo “maestro d’ascia livornese”, Fulvio Pacitto che ci ha anche rallegrati con le sue storie e stornelli livornesi.

– Importi minori ma significativi sono stati raccolti in occasione di conviviali speciali e devoluti alla Associazione “Fibrosi Cistica”, al progetto “Anziani Fragili” portato avanti dalla Caritas Diocesana, all’Associazione “Amici del Teatro Goldoni” e durante lo spettacolo “Ferro” al Teatro di Rosignano Solvay.

– Il District Grant più importante è stato quello riservato a favore
dell’ A.P.O.D.I. per la cura di disabilità varie di ragazzi, integrati con normodotati. Sono stati acquistati due gazebi attrezzati con un contributo parziale del Distretto.

– Sostegno finanziario al Laboratorio Teatrale della Compagnia Mayor Von Frinzius (80 attori di cui il 50% disabili).

– Altra occasione significativa è stata quella della “Giornata del Banco Alimentare” nella quale parecchi soci e numerosi giovani del Rotaract hanno raccolto oltre 5 tonnellate di derrate alimentari consegnate alla Caritas da distribuire ai poveri.

– Sono stati celebrati tre Interclubs nell’annata, con il Rotary Club Livorno, il Rotary Club Pontedera ed il Rotary Club Castiglioncello e Colline Pisane Livornesi.

– Segnaliamo inoltre nell’ambito dello “Scambio Giovani” l’ospitalità accordata da diversi nostri soci a favore del Quintetto “Sarasvati” composto da giovani musicisti spagnoli provenienti da Madrid ed egualmente è stata ricambiata l’ospitalità a nostri giovani in Spagna.

– Sono state effettuate due gite: a Villa Roncioni nella campagna pisana nel centenario della Casa d’Arte Cerratelli di Firenze che ha confezionato bellissimi costumi di scena (lirica e cinematografica) in tutto il mondo; a Bologna (Studiolo del Putti all’Istituto Ortopedico Rizzoli) e a Modena (Duomo e Museo della Ferrari).

– Ricordiamo infine che le Signore rotariane hanno realizzato vari services,  prima alla “Bottega del Caffè” con l’esecuzione di Musiche classiche e moderne e la lettura di poesie e prose. Successivamente nell’ “Appuntamento in Fortezza”, con la grande partecipazione di pubblico rotariano e non, si è svolta una serata di “Arte e Solidarietà”. Si è proseguito inoltre con la realizzazione di Mercatini del Libro e di Natale. L’intera cifra raccolta in questi services è stata devoluta all’Associazione Cure Palliative Livorno Onlus.

– Massiccia è stata la partecipazione di soci agli appuntamenti distrettuali durante tutto l’anno, culminato con il Congresso annuale di Firenze.

– Numerosi soci hanno aperto le loro case a conviviali molto partecipate.

– Il Club è stato pluripremiato dal Rotary International con un riconoscimento speciale personalizzato per l’attivo impegno a realizzare il tema “Accendi la luce del Rotary” e sempre da R.I. per la generosità dimostrata nella lotta alla Polio.

Sinteticamente l’annata 2013-2014 e’ stata caratterizzata da molti service portati a termine singolarmente ed in collaborazione con altri Rotary Club.

-Abbiamo donato al Rotaract Club Livorno il nuovo gonfalone con un nuovo logo da loro disegnato .

-Il District Grant dell’ annata e’ stato un service a favore della Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti . Abbiamo dotato la sezione di Livorno di una sofisticata Stampante Braille e finanziato un corso Braille

-Il Global grant e’ stato una Borsa di studio grazie alla qualel ‘ing. Marco Andreini ha potuto approfondire ed integrare un suo progetto riguardante la conservazione dell’acqua in paesi siccitosi, presso l’Universita’ americana di Urbana per 12 mesi.

-Abbiamo finanziato il restauro della “statua del Marinaio” che fa bella mostra di se’ sul lungomare di Livorno -Abbiamo collaborato con L’Istituto Musicale Mascagni alla realizzazione di un concerto per le celebrazioni Mascagnane

-Insieme al R.C. Livorno abbiamo organizzato uno spettacolo teatrale-musicale grazie al quale abbiamo raccolto piu’ di 13.000 euro che sono stati devoluti alla Associazione Cure Palliative di Livorno

-Abbiamo donato , grazie ai proventi di una gara di putting green, 1500 dollari al fondo Polioplus.

-Abbiamo aiutato il R.C. Castiglioncello nella organizzazione del Rypen

-Insieme al R.C. Cecina abbiamo portato a termine il progetto MAMA Contestoinfanzia

-L’annuale convegno sul disagio giovanile, ques’anno intitolato” C’e’ mito e mito”, ha avuto,anche quest’anno, un grande successo di “pubblico e critica”

-Il tradizionale “porta-party” del “Parco del Mulino” ha consentito, grazie alla generosita’ dei soci, di fare un service importante nei confronti di questa Associazione che si occupa di ragazzi affetti dalla sindrome di Down

-Con i proventi della annuale gara di golf abbiamo aiutato la AISLA a finanziare il progetto di una casa famiglia per gli sfortunati affetti da questa terribile malattia

-Anche per questa annata la nostra tradizione di presenza massiccia agli eventi distrettuali , e’ stata rispettata.

-Abbiamo avuto il piacere di accogliere due nuovi soci -Molti soci hanno aperto le loro case al club per delle conviviali veramente speciali.

-Abbiamo approfondito le nostre conoscenze rotariane grazie ai 5 minuti di istruzione rotariana che precedevano i caminetti.

-E stato istituito il bollettino mensile telematico, semplice ma conciso e facile da leggere. Infine, a conclusione di una annata intensa il Distretto ci ha premiato con l’attestato Presidenziale “con distinzione” che fa bella mostra di se’ sul nostro gonfalone.

PRINCIPALI PROGETTI REALIZZATI

– Realizzazione del District Grant a favore dell’ ASSOCIAZIONE AUTISMO ONLUS di LIVORNO, con l’acquisto di materiali e attrezzature terapeutiche, il centro ha in cura circa 30 tra bambini e ragazzi affetti da Autismo

– Partecipazione, assieme agli altri club dell’Area Tirreno 3, al District Grant denominato ” Progetto Health” in Benin, mirato ad avviare attività sanitarie e formare persone per dare stabilmente un aiuto sanitario (e psicologico) ai minori in difficoltà nella città di Cotonou, attraverso cure mediche in infermeria, ricoveri ospedalieri e interventi chirurgici gestiti da un’organizzazione cooperante in loco.

– Realizzazione del convegno presso la sala consiliare della Provincia di Livorno su DISAGIO GIOVANILE: I GIOVANI E LA SFIDA CON LA GLOBALIZZAZIONE, convegno aperto alla cittadinanza e in particolare ai giovani delle scuole superiori.

– ROTARACT condivisione dell’adozione del Rotarct Livorno assieme al RC LIVORNO

– serata dedicata alla raccolta di adesioni per l’Associazione Cure Palliative di Livorno

– Conferimento Borsa di Studio al miglior laureato della Facoltà di Economia Logistica di Livorno

– terza gara annuale di golf , dedicata quest’anno all’acquisto di un defribillatore cardiaco donato al Cosmopolitan Golf Club di Tirrenia completata con donazione all’Associazione Amici del Cuore Onlus di Livorno che effettuerà i corsi guida all’utilizzo dell’apparecchiatura

– sostituzione di una conviviale con una cena di beneficenza con lotteria per il Parco del Mulino, Centro Polifunzionale Semiresidenziale per persone con sindrome Down a Livorno

– borsa di studio per il miglior diplomato presso l’istituto Superiore di Studi Musicali “Pietro Mascagni” di Livorno – la totalità dei soci ha versato 100,00 Euro alla Rotary Foundation

– adesione di tutti i soci all’iniziativa di un service in favore delle popolazioni terremotate dell’Emilia per l’organizzazione di una partita di calcio tra la Squadra di Calcio Nazionale Piloti ed una selezione di “calciatori” reclutati tra Rotariani e Rotaractiani.

– versamento del contributo in favore del progetto di aiuto ai bambini di Haiti

In continuità con gli indirizzi che caratterizzano il Club,con la consueta attenzione ai giovani ed al sociale, abbiamo finanziato totalmente dei corsi pomeridiani organizzati dal Comune di Livorno per bambini con disturbi specifici nell’ apprendimento; abbiamo anche quest’anno contribuito per lo svolgimento del “laboratorio Orchestrale” che ha radunato giovani musicisti da varie città, abbiamo acquistato Kit salva vita con l’Associazione Amici del Cuore per la prevenzione dell’arresto cardiaco; abbiamo sostenuto la “Ronda della Carita” che offre assistenza alle persone più bisognose, e, nell’ambito di un progetto internazionale, abbiamo contribuito, assieme ad altri club, all’acquisto di un analizzatore di DNA per un istituto Pediatrico di Belgrado che effettua trapianti di midollo osseo in bambini leucemici.

Abbiamo proseguito con l’annuale Premio per la migliore Tesi di Laurea del Corso in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici, è in programmazione la sesta edizione del convegno sul disagio giovanile e la seconda edizione della gara di golf a sostegno del progetto Polio Plus.

Si prosegue con progetti di sostegno per i giovani e soprattutto per quelli in difficoltà. In questo anno vengono finanziati Corsi di assistenza per giovani affetti da dislessia, e in ambito internazionale il club aderisce ad un progetto destinato al trapianto di midollo osseo in bambini leucemici a Belgrado. Viene istituito un Premio, per la migliore Tesi di Laurea del Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Continua la collaborazione con l’Istituto Musicale Mascagni, si sostiene il primo Laboratorio Orchestrale e si finanzia, come ormai da tradizione, una Borsa di studio per un allievo.

Continua la tradizione del Convegno Annuale sul Disagio Giovanile, quest’anno e rivolto alla valutazione delle problematiche giovanili legate alle differenze di genere, e con il contributo del club viene arredato lo spazio giovani della cicoscrizione 1.

Il club contribusce all’acquisto di una autoambulanza per la Croce Verde di Viareggio, distrutta nel tragico rogo del 29 Giugno. Grazie alla elargizione dei soci e grazie, specialmente, all’interessamento di un socio e dei suoi familiari è stato possibile destinare una cifra importante per il “Progetto Abruzzo”. La somma è stata consegnata al Governatore di competenza durante una conviviale, alla presenza del Governatore del Distretto 2070 , del Governatore eletto del nostro Distretto e del Governatore eletto del Distretto 2090 (Abruzzo).

E’stata offerta una lavastoviglie alla CARITAS operante nella parrocchia di Santa Lucia di Antignano-Livorno. Durante il Convegno dell’OAMI (Opera Associazione Malati Impediti) è’ conferito il Premio “Rotary Club Livorno Mascagni” ai vincitori del concorso “Da vicino siamo tuttti uguali”, riservato agli studenti delle Scuole Secondarie di secondo grado, e l’attività di interesse locale prosegue con la Consegna di borse di studio a due studenti – dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni”. Per la prima volta, prima della premiazione, gli studenti finalisti hanno eseguito un concerto. Quindi la premiazione, seguita da una conviviale con docenti, studenti, familiari e soci del Club nella stessa struttura.

Il tradizionale appuntamento con il problema del Disagio Giovanile affronta il tema del cambiamento degli stili comunicativi con il convegno: “Presi nella rete: i giovani e l’amicizia ai tempi del facebook”. Come service internazionale il Club ha partecipato ad un progetto APIM ed è stata realizzata la costruzione di un pozzo per acqua potabile nella regione di Central Mactan, nelle Filippine. Una Socia del Club, presentata dal Consiglio Direttivo con una probante documentazione, è risultata vincitrice del premio dedicato ad una imprenditrice del Distretto 2070 che con la sua attività abbia dimostrato di dare risalto ai valori cui si rifanno i principi fondamentali del Rotary e più precisamente aver dimostrato onestà ed integrità morale nella professione e negli affari.

Il premio consiste nell’assegnazione dell’attestato di “MAJOR DONOR” conferito a seguito di un versamento che il Club organizzatore ha fatto a nome della vincitrice sul Fondo Permanente della Rotary Foundation. E’ stata perfezionata e consegnata agli Uffici Comunali, dopo vari contatti con il Sindaco di Livorno, la richiesta per intitolare una strada a Paul Percy HARRIS – Fondatore del Rotary. Questo per tener fede al motto dell’annata “Entriamo in città ed entriamo anche nel Rotary”. La richiesta è stata accolta e lo scoprimento della targa stradale è avvenuto poi nella successiva annata Rotariana.

E’ stata avviata la procedura per poter istituire una borsa di studio per il laureato più meritevole al Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici. Facoltà dell’Università degli Studi di PISA dislocata in una storica struttura di Livorno.

Prosegue il progetto “Braille” a favore di non vedenti, si organizza, in collaborazione con la Lega Fibrosi Cistica una serata di raccolta fondi presso il teatro Goldoni, e si fornisce all’Associazione ASAMSI (Associazione per lo studio delle atrofie muscolari spinali infantili) una importante strumentazione. In occasione del sisma dell’Abruzzo, il club raccoglie fondi, con l’ausilio di ingenti aiuti provenienti dagli Stati Uniti, partecipa alla ricostruzione della Facoltà di Ingegneria.

Si organizzano numerose conferenze con personalità del panorama culturale nazionale per offrire ai soci l’opportunità di approfondire la conoscenza di vari argomenti di attualità e approfondire la coesione e l’affiatamento tra i soci. Durante una cerimonia toccante si Consegna in aprile una onorificenza PHF (Paul Harris Fellow) a un cittadino livornese che durante la seconda guerra mondiale aveva rischiato la vita per la salvezza di un centinaio di ebrei,e nel mese di giugno si realizza un convegno sul disagio lavorativo giovanile, oltre a progetti locali ed internazionali.

Il Rotary Club Mascagni è ormai un gruppo solido che fonda la propria amicizia sulla disponibilità a rendersi utile alla Comunità.

Si lavora sull’affiatamento e la collaborazione tra i soci: il Club organizza iniziative e manifestazioni sulla base di due temi principali : “i 400 anni di Livorno città” e “lo sport”.

Si realizzano un intervento a favore della Casa Circondariale di Livorno, con l’organizzazione di un Convegno di studi e si apre alla collaborazione internazionale conl’accoglienza di un gruppo GSE proveniente dal Texas.

Il club continua nella strada intrapresa, incrementando il fondo disponibile per il “Parco del Mulino” Centro pulifunzionale per persone Down di Livorno.
Seguendo le linee suggerite dal Rotary International ,organizza poi un Seminario dal titolo “L’acqua risorsa preziosa.

In ambito cittadino, riconoscendone l’importanza, si concretizza il sostegno all’Istituto Musicale Mascagni, e viene istituita una borsa di studio annuale a favore di un allievo che si sia distinto negli studi.

Il soci del Rotary Mascagni credono nell’amicizia e nel futuro, e rivolgono sempre più la loro attenzione al mondo giovanile: nell anno rotariano 2004/2005, presidente Giulio Coli, si realizza il primo convegno sul Disagio Giovanile, diventato poi un appuntamento tradizionale per la Città, e gli l’impegno del club in ambito cittadino viene orientato al supporto per l’allestimento degli arredi del “Parco del Mulino” destinato all’associazione persone Down.

Mentre il clima di amicizia e affiatamento si consolida progressivamente, vengono realizzati importanti services a carattere sanitario (donazione di un coloscopio alla Lega Italiana contro i Tumori) ed iniziative culturali obbiettivate ad assumere sempre maggior visibilità nel tessuto cittadino, mentre continua il progetto di “scambio giovani”.

Continuano gli incontri con esponenti della comunità cittadina per favorire la conoscenza delle realtà del nostro terriorio e si tracciano le basi della futura collaborazione con l’Istituto Musicale Mascagni con la giornata di studio su “La formazione del musicista”.

Il club partecipa inoltre al Programma rotariano di “Scambio Giovani” , che porta stimoli e nuove suggestioni ai soci, che volentieri si offrono di ospitare i ragazzi stranieri nelle proprie abitazioni.

Nasce ufficialmente il 15 gennaio 2002, e assume il nome di “Mascagni” in onore del grande compositore cittadino.

Il suo motto è “il Club e la Città” Fin dalla fondazione, con la presidenza di Vinicio Ferracci, il club comincia ad attivarsi verso l’ideale di Servizio rivolto alla Comunità cittadina e a quella internazionale, secondo le linee guida dell’organizzazione centrale. Viene organizzato un convegno sulla prevenzione del melanoma.